Quali sono le spese ordinarie e straordinarie dei figli?

In normativa non vi è una chiara distinzione fra cosa deve essere considerato come spesa ordinaria e cosa, invece, come spesa straordinaria. 

In linea generale, sono considerate ordinarie le spese per far fronte ai bisogni e alle normali esigenze di vita quotidiana della prole come il cibo, i vestiti e l’educazione;

sono invece straordinarie quelle spese necessarie a far fronte a eventi imprevedibili o addirittura eccezionali e a esigenze non rientranti nelle normali consuetudini di vita dei figli  (si pensi agli interventi chirurgici o alle ripetizioni private).

Secondo la più recente giurisprudenza, le spese straordinarie sono quelle scolastiche (scuole private, università fuori sede, ripetizioni private, ecc. ), sportive (attrezzatura e quanto necessario per eventuali attività agosnistiche ecc. ) o medico sanitarie (interventi chirurgici ecc.).

Le spese straordinarie “obbligatorie”, le quali danno diritto al rimborso al coniuge che le ha sostenute anche se non vi è un preventivo consenso dell’altro, sono, infine, quelle per i libri scolastici, per le spese sanitarie urgenti, ecc.

Vuoi una consulenza legale sull'argomento?

Il nostro team è composto da avvocati, consulenti legali e dottori in legge specializzati in diritto di famiglia, diritto civile, diritto delle persone e tutela dei minori. Grazie alla massima professionalità e all’alta preparazione in materia giuridica esaminano con cura ogni problematica ed affrontano con dedizione tutti i casi.

Chiama Ora!

News recenti

ASSEGNO ALIMENTARE

L’assegno alimentare è regolato dagli artt. 433 e ss c.c. e viene previsto nel momento in cui il richiedente, a seguito della separazione, versi in

Assegnazione casa coniugale

Col termine di casa coniugale si intende il luogo di normale e abituale convivenza del nucleo familiare formatasi con il matrimonio, ovvero quel luogo dove