Fin quando si può rimanere nella casa coniugale a seguito della separazione autorizzata dal Tribunale?

Nella casa coniugale ciascun coniuge ha diritto di rimanervi  fino a che il Giudice non ha autorizzato i coniugi a vivere separati, fissando un termine per il rilascio a uno degli stessi. 

Nel caso di separazione, la casa coniugale dovrà essere lasciata  entro il termine convenuto o fissato dal giudice (solitamente 30/60/90 giorni).

Dopodichè, l’altro coniuge,in caso di mancato rispetto dell’obbligo di rilascio, potrà anche chiamare carabinieri e polizia per l’esecuzione coattiva. Una volta lasciata la casa coniugale, il coniuge non potrà più tornare nella stessa se non previa autorizzazione del coniuge assegnatario dell’abitazione, anche se la casa è di piena proprietà del coniuge che ha dovuto lasciarla.

Vuoi una consulenza legale sull'argomento?

Il nostro team è composto da avvocati, consulenti legali e dottori in legge specializzati in diritto di famiglia, diritto civile, diritto delle persone e tutela dei minori. Grazie alla massima professionalità e all’alta preparazione in materia giuridica esaminano con cura ogni problematica ed affrontano con dedizione tutti i casi.

Chiama Ora!

News recenti

ASSEGNO ALIMENTARE

L’assegno alimentare è regolato dagli artt. 433 e ss c.c. e viene previsto nel momento in cui il richiedente, a seguito della separazione, versi in

Assegnazione casa coniugale

Col termine di casa coniugale si intende il luogo di normale e abituale convivenza del nucleo familiare formatasi con il matrimonio, ovvero quel luogo dove