Convivenze: quando ci si separa in caso di convivenze, a chi va la casa se non ci sono figli? E quando ci sono figli?

Il diritto ad avere la casa coniugale nel caso di separazione da convivenze non esiste e nè viene previsto dalla normativa. Colui che è il proprietario della casa, pertanto, può richiedere l’ allontanamento dell’ex partner. 

Quest’ultima eventualità è possibile, tuttavia, quando ne ricorrono i presupposti, ovvero che il convivente non proprietario usucapisca la titolarità del diritto reale di abitazione.

Qualora dovessero esserci figli, invece, la disciplina in tema di divorzio e separazione viene estesa anche alle cosiddette famiglie di fatto, come previsto dalla Corte Costituzionale con sentenza n. 166/1998. A tal riguardo, a colui al quale sono affidati i figli , dovrà essere affidato anche il diritto di abitazione nella casa familiare, laddove quest’ultima sia di proprietà dell’altro partner. In questo modo si è voluto garantire una maggiore protezione alla prole.

Vuoi una consulenza legale sull'argomento?

Il nostro team è composto da avvocati, consulenti legali e dottori in legge specializzati in diritto di famiglia, diritto civile, diritto delle persone e tutela dei minori. Grazie alla massima professionalità e all’alta preparazione in materia giuridica esaminano con cura ogni problematica ed affrontano con dedizione tutti i casi.

Chiama Ora!

News recenti

ASSEGNO ALIMENTARE

L’assegno alimentare è regolato dagli artt. 433 e ss c.c. e viene previsto nel momento in cui il richiedente, a seguito della separazione, versi in

Assegnazione casa coniugale

Col termine di casa coniugale si intende il luogo di normale e abituale convivenza del nucleo familiare formatasi con il matrimonio, ovvero quel luogo dove